[Gfoss] Idea per crearsi un lavoretto tramite l'uso di OpenStreetMap

Alessandro Pasotti ale.pas a tiscali.it
Mar 17 Nov 2009 09:54:03 CET


Il martedý 17 novembre 2009, Andrea Peri ha scritto:
> Non conosco nel dettaglio OSM,
>
>
> Pero' una cosa credo sia evidente.
> Vi' e' chi lo fa' con passione e chi lo fa' per mestiere.
> Infatti il primo lo fa' applicandosi e cercando sempre di migliorarsi
> e quindi di migliorare il dato.
> Il secondo, poiche' punta a "far ciccia", tira via e non bada troppo
> alla precisione. Perche' piu' precisione significa piu' tempo speso.
> In realta' vi sarebbe anche chi lo fa' tanto per provare, ma poi
> smette e quindi non fa' numero.
>

Non entro nel merito della questione OSM, ma parlando in generale mi sembra 
che questa visione sia un po' riduttiva: esiste anche chi fa il proprio 
lavoro con passione, perchŔ gli piace farlo e farlo bene a prescindere 
dalla "ciccia" e cercando di creare valore per sŔ e per gli altri nel 
rispetto di principi etici che si Ŕ dato.

Va da sŔ che un po' di "ciccia" deve ricavarla altrimenti non dura a lungo, ma 
Ŕ una questione di prioritÓ, se per la tipica impresa l'obbiettivo principale 
Ŕ il profitto, ci sono realtÓ per cui questo passa in secondo piano rispetto 
ad altri obbiettivi.

Utopia ?  Non credo, di certo non Ŕ in linea con il sistema basato sul 
profitto che governa le nostre economie, ma moltissime realtÓ sono lý a 
dimostrare che un approccio diverso Ŕ possibile.

Chi lavora nel SW libero dovrebbe, a mio modesto avviso, agire in linea con 
quanto sopra.


OlÓ, che bel predicozzo che Ŕ venuto fuori, ora torno al lavoro 
altrimenti... "ciccia"!  ;)


-- 
Alessandro Pasotti
itOpen - "Open Solutions for the Net Age"
w3:  www.itopen.it
Linux User# 167502


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss