[Gfoss] OSOR GIS WS -- Licenze libere per dati territoriali

andrea giacomelli pibinko a gmail.com
Mer 25 Giu 2008 07:32:32 CEST


ciao Bud - rispondo sotto.

Il 23 giugno 2008 15.39, Bud P. Bruegger <bud at comune.grosseto.it> ha scritto:
....

>
> Ho provato suggerire che in Italia, la communita' sia molto attiva e ho
> proposto di invitare una persona per OSGeo e una per GFOSS.  Non sono
> certo se abbia avuto un risultato.  Sono stato informato che ci sia
> Arnulf come rappresentante di OSGeo.  Lo conoscete?

personalmente no, per ora, ma so che Steko, che Ŕ stato una giornata a
Bolsena in veste di delegato GFOSS.it ci ha parlato parecchio e che la
chiacchierata Ŕ stata utile per meglio definire la relazione
OSGEO-GFOSS.it.
Attendiamo da Steko relazione esaustiva su Bolsena, una volta
rientrato da una missione di lavoro.

>
> Come vedete dal programma, ho proposto di aprire un progetto OSOR per
> la creazione di una famiglia di licenze libere per dati territoriali.

vedo. hanno anche scritto "Commune of Grossetto". Ora si va ss¨ e gli
si inzegna l'italiano (approssimo una pronuncia maremmana) ;)

> Idealmente, penso che la Comissione Europea dovrebbe organizzare il
> supporto legale e creare una familia di licenze adatte e valide in
> tutti legislazioni Europei, come l'hanno gia' fatto per la licenza
> software [3].  Anche nel ambito di Inspire, una tale "policy action"
> eviterebbe una possibile profilerazione di licenze libere ma
> incompatibili.

il workshop inspire era lunedý scorso a Maribor. Sarebbe interessante
verificare se hanno parlato di licenze (per impegni di lavoro non ho
avuto modo, nÚ di andarci, nÚ di seguire la cosa...ma mi riprometto di
andare a vedere).

l'approccio che suggerisci come "ideale" Ŕ condivisibile da tutti i
filoeuropeisti. potrebbero esserci altri soggetti meno interessati.

vedo scenari giÓ visti (standard de iure/standard de facto...e se ne
parlava agli workshop di Leuven nel 1997...ora sarÓ Licenza de iure/de
facto)

il tema della licenza Ŕ TROPPO importante per non essere affrontato in
modo condiviso.

a prescindere da quello che Ŕ ideale, Ŕ importante capire che cosa,
con i rispettivi ruoli, i soggetti interessati possono fare (Ŕ
semplicistico dire "si pu˛ fare la licenza").

GFOSS.it come associazione di promozione sociale  pu˛

- offrire un livello di facilitazione/aggregazione fra i soggetti interessati
- sollecitare lo sviluppo di studi sul confronto tra i modelli
associati a licenze diverse (ad es mi piacerebbe molto vedere uno
studio intitolato "comparative evaluation of the socio-economic impact
of XX types of open data licenses"...magari Ŕ stato giÓ fatto ?)
- garantire attenzione al tema attraverso gli eventi che organizza e/o
cui partecipa (dall'ottobre 2007, quasi uno al mese, in varie parti
d'Italia e anche all'estero)
- sollecitare campagne di raccolta dati in cui sperimentare licenze libere
- fare anagrammi/giochi di parole con film che danno assonanza al
tema. stamane mi viene in mente "Agente 007: licenza da uccidere" (ma
poi mi dico che Ŕ truce e che non ci interessa alimentare logiche
"antagoniste" oppure "Dý assalto alla licenza" (pseudo anagramma di
"Assalto alla diligenza"...che per˛ Ŕ troppo arzigogolato).

se le altre realtÓ non individuali che leggono questa lista possono
esprimere una posizione rispetto a "che cosa posso fare io" non dico
per fare una licenza libera ma "per stimolare l'accelerazione di un
percorso partecipato di creazione di una licenza libera", avremo fatto
un passo avanti ;)

>
> Penso anche di parlare della abilitazione di proj4 e tutto che lo usa
.....> anche magari per confrontare la disponibilita' e il costo di griglie
> geodetiche nei vari paesi Europei.

Ŕ importante abbinare gli aspetti tecnico/applicativi a quelli
normativi (a quelli educativi)

>
> Qualsiai input, suggerimento, idee aggiuntive per il workshop sono
> molto benvenuti (leggo mail fino a Giovedi' mattina penso).  Anche, se
> qualcuno vuole vedere la bozza di slides del mia "lightning talk",
> chiedetemi pure e saro' molto grato per input.  Ultimamente, piu'
> background su licenze per dati speciali sarebbe molto utile.
>

come input, suggerimento, e idea aggiuntiva, pratica:

ti proporrei di invitare tutti a "Grossetto" per metÓ agosto per
riparlarne a breve.
GFOSS.it avrÓ una presenza in zona in concomitanza della Festambiente
(8-17 agosto) e credo che, con le relazioni che l'associazione ha
stabilito in zona, e assieme al Comune (almeno) ci sarebbero gli
estremi per organizzare con minimo sforzo un ritrovo snello, in
atmosfera estiva e uno sfondo ameno, per tenere l'argomento vivo.
potrebbe essere una "open data licence jam session" che precorre
appuntamenti a tutti voi noti (FOSS4G, Pontedera, PGDay, ASITA, Pula
09, almeno) per portare avanti la cosa.

il ForumPA Ŕ a maggio - sarebbe interessante andare poi a raccontare
lý quello che sara' successo nel frattempo (e sara' bene sin da ora
chiedere a CNIPA, tra altri, di considerare la cosa)

buona giornata!

Andrea Giacomelli, noto pibinko
vicepresidente e responsabile comunicazione GFOSS.it
http://www.pibinko.org - idee e progetti
http://pibinko.splinder.com - notizie e curiositÓ
S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo;s'i fosse vento, lo tempestarei /
Cecco Angiolieri



Maggiori informazioni sulla lista Gfoss