[Gfoss] ShapeFile

Andrea Peri peri.rtoscana a gmail.com
Ven 29 Ago 2008 11:27:34 CEST


Scusa se banalizzo,
ma solo perche' sei all'inizio.

Passare da un png a un vettoriale e' come disporre di una scansione di
una immagine e volerla trasformare in un testo scritto.
Occorrono dei programmi che "vettorializzino" cioe' comprendano
l'immagine del png e la traducano nel tuo caso in linee poligoni,
etc...

Poi pero' avresti il problema di catalogare tali linee, infatti se in
una immagine hai una linea che e' un fiume e un'altra linea che e' una
strada.
Un programma "vettorializzatore" puo' arrivare nel migliore dei casi a
tracciare due linee , ma distinguere quale delle due e' fiume e quale
e' strada tocca farlo a mano.

In soldoni, lo definirei un "lavoraccio".

Molto meglio se cerchi di procurarti direttamente i vettoriali di OpenStreetMap.
Pero' su questo altri in questa lista sono piu' preparati.

Per la seconda parte della domanda:
"come fare a creare mappe".

Anche qui rispondo per sommi capi:

Lo strumento per creare il dato vettoriale per antonomasia e' il software GIS .
Ad esempio gvSIG o qGIS, ma ce ne sono anche altri, sempre restando
nel gratuito.

Pero' non basta da solo perche' e' come aver comprato carta pennelli e colori.
Manca il soggetto da disegnare.

Per questo le scelte cambiano.
E mantenendo il parallelismo con il pittore, dipende dalla "mano" di chi opera.

Le tecniche sono le piu' svariate, o parti da una mappa gia' esistente
e sostanzialmente la copi mettendola a sfondo.
E ritracciandoci sopra, Oppure ricavi dei dati di partenza da altre
fonti, ad esempio se hai un GPS vai a giro prendi punti, poi li
trasferisci nel tuo software GIS, cominci a
fare copia/incolla, taglia e cuci, li unisci, li cataloghi, sulla base
del tipo di archivio che vuoi costruire.
Punto per punto, linea per linea, poligono per poligono.

Qui ovviamente il discorso si frastaglia in base al tipodi archivio
che devi creare.

Se vuoi fare la copertura di edifici , senza toccare le case, anche
fossero pollai, il discorso non cambia. Devi decidere se ti basta una
indicazione puntuale, ovvero un puntino su una mappa o se vuoi farla
areale, delimitando di ogni pollaio. E decidi se la delimiti con una
forma geometrica lineare o se la descrivi con una forma geometrica
poligonale.
Ognuna ha vantaggi e svantaggi.
Poi vi e' l'altezza, se vuoi riportare anche l'altezza o solo la
pianta al suolo.

E cosi' via.

Analogamente per una strada.
La prima domanda da porsi e' se vuoi identificarla e ti basta un
punto, oppure se vuoi la linea di mezzeria, oppure se vuoi delimitarne
l'ingombro sul territorio.
E per questo ricorri a due linee o a un poligono.
Piu' il dato e' ricco e preciso e piu' tempo richiede realizzarlo.

Ps: chiedo scusa ai cartografi se ho banalizzato certi aspetti, che
invece sono molto complicati e difficili da gestire.


>Ok Grazie..ho visto che su OpenStreet si puo` scaricare qualcosa. Ora pero` mi chiedevo (approfitto un po della vostra disponibilita` :-) ), una volta che mi esporto una mappa da OpenStreet, ad esempio in
>formato .png, come faccio a trasformarla in shapeFile per poterla usare su mapServer?? Ammesso che vada convertita!! Un`altra cosa, ci sono dei programmi (preferibilmente free)per creare le mappe, ad
>esempio a partire da una mappa che scarico da OpenStreer creare dei layer a mio piacere da sovrapporgli??

>Grazie
>Franco



-- 
~~~~~~~~~~~~~~~~~
 Andrea 
 Peri 
~~~~~~~~~~~~~~~~~


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss