[Gfoss] QGIS.it user group

Andrea Peri aperi2007 a gmail.com
Ven 3 Lug 2015 09:19:55 CEST


Per usare la libreria in questione bisogna associarsi alla OpenAlliance.
CHi e' difatto che si associarebbe a tale struttura ?
Quest anuova associazione che si va formando o una perosna fisica ben
precisa con nome e cognome ?

Tieni presente che occorre pagare una quota annuale che credo sia di
qualche migliaio di euro.
E da il permesso di distribuire solo le versione compilate (della
libreria), senza i sorgenti.

Inoltre, mi risulta che esiste solo in ambiente windows, NO Linux.

Quindi anche questo diverrebbe un discriminante.
Windows si, linux no.

E infine metterebbe in difficolta' chi progetta di compilarsi da se'
il prodotto.
Penanlizzandolo di fatto perche' non avrebbe piu' un prodotto completo
,ma un prodotto monco in un aspetto fondamentale,
visto che a quel punto il formato DWG riprenderebbe auge.

Penso ad esmepio a chi progettasse dimettere in piedi un qgis-sefver.

Se lo fa' su windows e si fa' compilare il tutto dalla associazione
(magari pagando un fee) ottiene unn qgis-server che puo'distribuire
dati anche dai DWG.
Mentre chi opera in casa propria , da se' e non puo' pagarsi una quota
a questa openalliance, deve fare a meno del formato DWG.

E a quel punto essendoci il formato DWG, perche' continuare a tenere
anche un esportatore di DXF ?
QUindi e' facile pensare che le prossime versioni di QGIS vedrebbero
un lento abbandono di tale formato, in favore del piu' premiante in
termini commerciali DWG.


A.


Il 3 luglio 2015 09:08, Paolo Cavallini <cavallini a faunalia.it> ha scritto:
> Il 03/07/2015 08:55, Andrea Peri ha scritto:
>
>> a me pare che si vada nella direzione di trasformare QGIS, in un
>> prodotto commerciale.
>>
>> Spero di sbagliarmi, ma sono pronto a scommettere che presto restera'
>> gfoss solo la versione DEV di qugis,
>> mentre quella LTR non sara' piu' gfoss.
>
>> Da tmepo ormai il QGIS ha preso la strada di supportare i formati chiusi.
>
>> Per cui , con il supporto del dwg tramite questa libreria .
>
> Salve.
> QGIS, come tutto il software libero, *è già* un prodotto commerciale.
> L'opposizione è fra libertà e proprietà privata, non fra commerciale e
> non commerciale.
> Francamente, non vedo fondamento alle tue paure. Come ha detto
> Alessandro, la licenza è GPL, e dato che è in capo ai singoli
> sviluppatori, non è oggettivamente fattibile modificarla, perché questo
> richiederebbe il consenso di centinaia di persone, molte delle quali (io
> ad es.) non accetterebbero mai una modifica in questo senso.
> La scelta di supportare formati addizionali, chiusi o aperti che siano,
> anche a me non sta simpaticissima, ma e' oggettivamente un gran bel
> vantaggio per gli utenti.
> In particolare per DWG, stiamo parlando della proposta che QGIS stesso
> diventi membro dell'alliance, in modo da poter utilizzare il lettore
> DWG. Quindi per utenti e sviluppatori non cambia nulla.
> Saluti, e grazie delle tue riflessioni.
> --
> Paolo Cavallini - www.faunalia.eu
> QGIS & PostGIS courses: http://www.faunalia.eu/training.html



-- 
-----------------
Andrea Peri
. . . . . . . . .
qwerty àèìòù
-----------------


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss