[Gfoss] Articolo del New York Times sulle "fughe" da Google Maps

Maurizio Napolitano napo a fbk.eu
Gio 22 Mar 2012 13:33:24 CET


> Io non sono d'accordo: la Fondazione offre il server con le mappe
> che è di supporto agli open data, ma non può e secondo me NON
> DEVE offrire un servizio che poi viene usato per fini
> commerciali.

In ogni caso puoi sempre distinguerti da quello che OSM Foundation offre.
Levare la mappa dal sito di openstreetmap o limitarne l'uso sarebbe dare 
la zappata nei piedi al progetto.
Piuttosto farei un ragionamento legato alla google maps.
Per cui se mi intasi il server, allora ti banno e quindi ti consiglio di 
arrangiarti con i dati.

> Io che sono socio OSM-Foundation e di lavoro allestisco server di
> mappe OSM, non mi piacerebbe che la Fondazione mi facesse
> concorrenza!

Rimane il fatto che osm continuerebbe a fornire solo i pochi rendering 
che gia' offre e che sono solo una view dei tanti dati che osm offre.

> "Ma allora che vuoi?" direte voi: i servizi sugli open data li
> fai te e ci guadagni pure, di cosa ti preoccupi?
>
> Mi preoccupo che un big vendor o un monopolista tipo Esri possa
> sfruttare gli open data ingaggiando una battaglia ad armi impari
> con chi - come me - lavora con il software libero dove il
> monopolio e le grosse concentrazioni di capitale non esistono.

Probabilmente parlo con poca cognizione di causa ma mi sembra che la 
maggior parte delle aziende di software libero siano paragonabili alle 
piccole/medie imprese e quindi la comparazione con ESRI non sta in piedi.
Le aziende di software libero che invece lavorano con grandi numeri, 
oltre che a fonire software e assistenza forniscono anche servizi e, 
spesso sul fronte cloud computing.

My 2 cents





Maggiori informazioni sulla lista Gfoss