[Gfoss] trad QGIS GUI in IT

Marco Curreli marcocurreli a tiscali.it
Sab 26 Giu 2010 19:52:06 CEST


On 10:45 Sat 26 Jun     , Antonio Falciano wrote:
> Il 26/06/2010 8.31, GEOgrafica ha scritto:
> >
> >Mappa non mi pare per nulla corretto, visto che dal punto di vista
> >logico la mappa puo' essere composta da piu' layer. Infatti in genere
> >per "mappa" si intende tutto l'impaginato, l'insieme dei vari layer
> >visibili nella MapView...
> 
> >Io opterei per LIVELLO vettoriale - perche' tradurre tutto e lasciare
> >layer come "layer"? Altri noti software (AutoCAD, Photohop, per dirne
> >un paio) passando dall'inglese all'italiano traducono layer con
> >livello. IMHO non e' male mutuare un po' di lessico da altri
> >strumenti gia' molto diffusi.
> 
> Sbaglio o i CAD tradotti in italiano usano solitamente "layer" invece di
> "livello"? Diversamente e' il caso dei sw di grafica (v. ad es. GIMP).
> Tuttavia, essendo i GIS un'evoluzione dei CAD, "layer" mi sembra molto
> piu' appropriato, oltre che condivisibile anche sulla base degli
> standard internazionali di settore. Se poi aggiungiamo che il termine
> "livello", in ambiente GIS, puo' assumere anche altri significati,
> "layer" elimina ogni ambiguita' di sorta.
> 
Nel glossario di grass viene tradotto "map layer" con tematismo.

Spesso si usa il termine layer per indicare sia il file che contiene un
singolo tematismo che lo strato informativo vero e proprio, e questo pu
generare una certa confusione.

GvSig per esempio traduce layer con strato, ArcGis lascia layer senza
specificare se vettoriale o raster (nel men c' un'unica voce "aggiungi
layer"), e non distingue fra layer come file (cio il tematismo) e layer
come strato informativo.

Se non ho capito male, grass e qgis distinguono fra map layer (la mappa
tematica) e layer (lo strato informativo).

In sintesi, anch'io sarei propenso a lasciare layer non tradotto, e map
layer tradotto con tematismo.



Maggiori informazioni sulla lista Gfoss