[Gfoss] ecw con geoserver/gdal: Erdas ha rimosso ecw3.3 runtime lib

Andrea Peri aperi2007 a gmail.com
Mar 20 Lug 2010 14:23:41 CEST


>In realt attualmente
><http://www.erdas.com/LinkClick.aspx?fileticket=CPAMApyT6Us%3d&tabid=83&mid=418>
>supportata la seguente feature
>/Imagery clipping and transparency is now supported during ECW file
>compression. With opacity channel applied,
>any artifacts outside of the actual image are set to transparent.


Conoscevo la tecnica.

Il problema e' che quella che defiiscono immagine e' il contorno di un
poligono semplice che delinea la parte da rendere opaca.

Il problema e' che delineare tale poligono non e' affatto semplice,
specie perche' con gli shapefile operi con vettori, mentre alla fine
il poligono deve ricondursi a celle (pixels) e quindi avere una trama a celle.
Altrimenti non sei sicuro se un pixel sul bordo verra' reso
trasparente oppure no.
E questo lavoraccio se te lo devi fare per una immagine passi, fallo
per qualche centinao di immagini e vedi che
forse finisci per preferire un formato ove il colore di sfondo (bianco
solitamente) viene conservato tale e quale.
Al che basta dire al sistema di rendere il bianco a trasparente e il
gioco e' fatto.


>    * ECW  stato sviluppato specificamente per i dati EO e per quelle

Secondo me l'unico tipo di immagini su cui l' ecw funziona veramente
bene sono le OFC a colori e a livelli di grigio.
E funziona solo perche' le OFC non sono rifilate, ma hanno sempre una
parziale sovrapposizione.

Dove non funziona proprio e' quando le immagini provengono da singole
immagini prodotte e georeferenziate singolarmente.
A meno di compiere un enorme lavoro di rifilatura tramite quei
poligoni di delimitazione.

>      applicazioni dove  pi importante l'impatto visivo del digital
>      number.

Non e' un discorso di tipo di uso (impatto visivo), ma di tipo di dati:
infatti nelle OFC funziona bene, ma se metti a video delle immagini
con bordatura , non e' che sia di grande impatto visivo
vedere delle reticolature grigiastre che interferiscono qua' e la'
nella mosaicatura delle immagini.

>    * JPEG2000  general purpose e non pu non avere la compressione
>      lossless.

Non e' un problema di destinazione d'uso, ma di approccio.

Formati come il jpeg2000 adottano degli algoritmi di compressione che
possono essere indifferentemente lossy o lossless.

Nel caso di altri formati piu' antichi, come il tiff la scelta era fisica.
Ovvero se sceglievi TIF con packbit avrai una compressione senza perdita
se scegli tiff con jpeg avrai compressione con perdita.
poi pero' ti ritrovavi a dei tiff che magari il tuo software GIS non leggeva
perche' magari conosceva il TIFF ma solo con la compressione packbit e non
quello con la compressione jpeg (o la lzw).

Nel caso dell' ecw e' semplicemente che lui adotta degli algoritmi che non
ammettono la lossless ma solo la lossy.
Poi si puo' anche dire che e' una lossy fatta molto bene, ma questo e' un
altro discorso.

Secondo me dire che se ha la capacita' lossless vuol dire che e' un formato
general-purpose e' riduttivo.
Io lo vedo invece come u segno di un algoritmo piu' versatile.

Comunque la prova migliore e' apettare e vedere se tra un po' di tempo erdas
non esce con una nuova versione di ecw in gado di fare
il lossless.


-- 
-----------------
Andrea Peri
. . . . . . . . .
qwerty 
-----------------
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML  stato rimosso...
URL: <http://lists.faunalia.it/pipermail/gfoss/attachments/20100720/873cba9f/attachment.htm>


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss