[Gfoss] variabilitÓ nell 'errore della trasformazione ogr2ogr da wgs84 a gauss boaga

francesco marucci francesco a alveo.coop
Mar 5 Gen 2010 13:49:36 CET


al riguardo segnalo per dati della Regione Emilia-Romagna "ConvER",
un programmino stand alone di conversione di SHP da/a UTM ETRF89, GB  
ROMA40, UTM ED50 valido solamente per l'extent della regione (da 8░40'  
a 13░20' e da 43░00' a 45░40').

sfrutta i grigliati IGM e quindi l'errore localmente Ŕ davvero basso:  
Ŕ lo strumento "ufficiale" RER.

e' un prodotto regionale, ma "stranamente" a pagamento (anche se  
qualcosa comincia a cambiare anche da queste parti).

saluti,
francesco


Citando andrea giacomelli <pibinko a gmail.com>:

> ciao Sandro -
>
> grazie per la mail "maieutica"...pi¨ o meno mi ricordavo la storia, ma Ŕ
> stato utilissimo rinfrescarla!
>
> a dopo
>
> a.
> http://www.pibinko.org
>
> Il giorno 05 gennaio 2010 08.51, <a.furieri a lqt.it> ha scritto:
>
>>  *On Tue, 5 Jan 2010 08:18:51 +0100, andrea giacomelli wrote*
>> > ciao,
>> >
>> > ho fatto una riproiezione da lat-lon wgs84 a Gauss-Boaga, utilizzando
>> ogr2ogr  (e ringrazio Flavio Rigolon per il lavoro di documentazione e Luca
>> Delucchi per avermene ricordato)
>> >
>> > il risultato Ŕ buono, tuttavia noto che ci sono parti della zona di
>> interesse in cui l'errore Ŕ praticamente zero, contro zone in cui rimane uno
>> sfasamento di 10-20 m
>> >
>> > l'altra cosa particolare Ŕ che tale offset non Ŕ omogeno, ma risulta
>> variabile, zoomando qua e lÓ
>> >
>> > si sta parlando di una zona di circa 100x100 km in Italia Centrale (fuso
>> Ovest)
>> >
>> > potete confermare se avete riscontrato situazioni analoghe e/o se la cosa
>> pu˛ essere risolta tramite un raffinamento della correzione "to Gauss Boaga"
>> ecc ecc ?
>> >
>>
>> Ciao Andrea,
>>
>> in linea generale la conversione "precisa" da Gauss Boaga a WGS84
>> [o per meglio dire, a qualsiasi altro CRS] non Ŕ mai possibile,
>> perlomeno in forma semplice e diretta.
>>
>> Questo perchŔ occorrerebbe utilizzare caso per caso i "parametri locali"
>> definiti da IGM per i punti nodali della griglia [che a quanto mi risulta,
>> sono diverse centinaia sparsi su tutto il territorio nazionale].
>> Ovviamente questo fa a pugni con l'approccio lineare usato da PROJ.4
>>
>> Quindi usando i parametri pre-definiti EPSG avrai sempre un errore
>> "variabile a seconda della zona" che pu˛ anche raggiungere i 100m.
>> Ma anche usando definizioni pi¨ raffinate (come quelle di Grass),
>> avrai sempre un potenziale margine di errore di circa 10m.
>>
>> Per quanto mi risulta, l'unico SW che supporta la conversione
>> con assoluta precisione "ufficiale" Ŕ VERTO di IGM ...
>> ... ovviamente disponibile esclusivamente "a pago" :-)
>>
>> ciao Sandro
>>
>>
>> _______________________________________________
>> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
>> Gfoss a faunalia.it
>> http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
>> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>>
>




Maggiori informazioni sulla lista Gfoss