[Gfoss] FOSS e la crisi internazionale

Andrea Peri peri.rtoscana a gmail.com
Mer 25 Mar 2009 19:50:46 CET


I Fiorentini sono proprio una razzaccia ...

non so' perche' ma il mio spirito bastian-contrario mi spinge ad
aggiungere un po' di  pepe a questa discussione.

E per questo provo a darti io una risposta, un pochino ....

Secondo me il fatto e' che si deve lisciare qualche soggetto e quindi
non si deve spingere troppo su concetti quali
la PA e' inefficiente o incapace.

In linea di massima io sono daccordo, perche' prima di giudicare il
lavoro di altri occorre conoscere tutti gli aspetti,
e siccome questo non e' possibile, non si dovrebbe mai giudicare.

Pero' se devo essere un pochino malizioso, devo anche rilevare che e'
fin troppo facile passare dalla categoria "incapace e incompetente"
alla
categoria "esperto e illuminato".
Basta che l'esaminando di turno adotti il software GFoss.

Tornando poi alle tue considerazioni e riprtandole nell'ottica del
dibattito GFoss:

Cerchiamo di analizzare un attimino la questione:
In fondo cosa costa fare tale scelta ?
E' software gratuito, non costa niente.

Se si parte da questo principio, essa e' sempre una scleta valida. Ha
una sua logica, non si presta ad essere criticata ed e' facilmente
difendibile.
Se poi i costi di gestione sforano o il progetto fallisce, chi potra'
mai dire che e' colpa dell'aver scelto software OS ?

Invece se scegli il software commerciale sei criticato, ti danno di
incapace, e se poi il progetto fallisce ti mettono in croce.

Se dovessi basarmi su questi presupposti dovrei forse dire che chi
sceglie del software commerciale e' un pazzo o un incapace ?
Oppure e' forse una persona che invece ha a cuore la riuscita di un
progetto e come tale fa anche delle scelte impopolari , con delle
scelte volte
che comportano anche delle spese su certe voci, anziche' su altre,
magari perche' crede che cosi' riuscira' meglio a produrre un
risultato efficiente ?

pensa anche a questo:
Se a un tecnico alla fine non importasse niente della riuscita di un
progetto perche' dovrebbe imbarcarsi nella scelt adi un software
commerciale ?
Alla fine ne avrebbe solo critiche, e in caso di insuccesso critiche maggiori.
Se invece il tecnico di turno aveva scelto software GFoss allora il
discorso cambiava:
"era un coraggioso innovatore che con competenza e perizia ha fatto
delle scelte ardite e a ben vedere in fondo il progetto non e' mai
fallito perche'
ha senz'altro avuto delle ricadute utili per altri. Per il bene di tutti."

Quindi la vera domanda da porsi e' se e' piu' competente il tecnico
che fa' una scelta volta alla riuscita di un progetto, oppure il
tecnico che fa' una scelta di comodo
volta solo a non scontentare e a non avere problemi ?

Intendiamoci, non voglio dire che scegliere GFoss in certe situazioni
non sia valido, anzi tutt'altro.
Per cui la considerazione vale nei due sensi.
Ma un conto e' scegliere il GFoss per ragioni di efficienza magari
legate a risparmi.
Un altro e' sceglierlo come soluzione facile, tranquilla e che non mi
procurera' fastidi da parte di nessuno.


E termino con una considerazione dovuta.
Ovviamente chi propaganda il software GFoss lo fa' con tutto il
diritto di farlo, perche' e' un software al pari di altri, e ha una
sua validita'.
Ma un conto e' propagandare i propri prodotti e un conto e' dileggiare
chi usa altre soluzioni.

Ad esempio, se in certe situazioni, chi lavora con certi strumenti
venisse ostacolato, con pressione lettere e segnalazioni contratsanti.
Mentre invece chi abbraccia altre soluzioni venisse supportato da
correnti di pensiero e di supporto volte solo a metterlo in buona
luce.
Quale sarebbe il risutlato , migliori risultati nei progetti ? (no comment)

Per cui nei discorsi che si fanno si dovrebbe evitare di parlare di
competenza e capacita'.
Parliamo pure di prodotti GFoss, ma deve essere chiaro che l'una non
implica l'altra.

Perche' ce ne e' da entrambe le parti, in positivo e in negativo.

Ciao,

Andrea.


>>* Andrea Zagli ha scritto:
*>>*
>*>>* nel privato il discorso e' diverso: i soldi sono loro e li spendono come
*>>>* vogliono, cioe' non ci guardo nemmeno a quello che fanno
*>>*
>*>* A parte il fatto che stiamo andando OT,
*>
>non ho capito dove stia l'ot: la tua domanda era: la crisi aiutera' il
>floss?; ti ho risposto per quanto ne posso sapere sul lato pubblico
>dell'economia
>
>>*  vorrei rimarcare come questi
*>>* attacchi al settore pubblico siano IMHO abbastanza mal posti: io non
*>>* vedo settori privati (vogliamo citare le banche? le aziende telefoniche?
*>>* ecc.) che brillino per efficienza. Il problema, mi pare, e' questo
*>>* paese, che non fa dell'efficienza un valore generalmente accettato.
*>
>non ho mai detto che il privato sia efficiente (come ho scritto sopra
>sono affari loro come spendono i soldi); ho detto solamente che il
>pubblico secondo me non lo e', spiegando il perche'
>
>>* Ma please non continuiamo con il fuori tema: gli elementi che mi
*>>* sembrano interessanti sono quelli che ci aiutano a prevedere
*>>* ragionevolmente il futuro, non quelli che alimentano le polemiche.
*>
>nessuna polemica, semplici constatazioni di fatto



-- 
~~~~~~~~~~~~~~~~~
       Andrea              
         Peri                 
~~~~~~~~~~~~~~~~~
-------------- next part --------------
An HTML attachment was scrubbed...
URL: <http://lists.faunalia.it/pipermail/gfoss/attachments/20090325/f840320b/attachment.htm>


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss