[Gfoss] Tante domande, tanti dubbi. Era: Ai ministri italian

Andrea Peri peri.rtoscana a gmail.com
Ven 6 Mar 2009 21:33:28 CET


>http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=9586
>suona abbastanza utopistico, spero di essere pessimista.
>Salutoni.
>--
>Paolo Cavallini,

Saro' pessimista, ma quando leggo queste cose, penso subito che si
tratta di un modo per avere un po' di notorieta' a basso costo.

Dubito che un decreto risolva queste cose, perche' tanto poi nasce la
multinazionale che opera nel campo del
OpenSource, raccatta comunque tutte le commesse, e ti saluto il
piccolo imprenditore.

Poi, mi pare di leggerci anche una velata critica ai tecnici della PA,
che non sarebbero in grado di selezionare quello che e' piu'
conveniente per la PA, al punto da invocare un intervento per decreto.

Ma questo puo' essere realmente una convenienza ?

Intendiamoci
Un software commerciale costa e li' il risparmio vi e' indubbiamente, ma poi ?
basta questo o serve qualcos'altro ?

E' veramente convinto che basta fare un decreto in cui si dice "d'ora
in poi trippa" . (Ottimo alimento tra l'altro )
Perche' i risparmi arrivino da se ?

E' davvero convinto che il risparmio arrivi solo dalla scelta di un
qualsiasi prodotto OpenSource, o non arrivi piuttosto dalla selezione
di una ditta che realmente sappia fare il proprio lavoro ?

Costa di piu' una ditta che produce un prodotto scarso (di qualunque
parrocchia esso sia), o una ditta che alla fine produce un software
fatto per bene ?
E' davvero convinto che basta scegliere Tomcat per dire che poi tutto
funzionera' per bene ?

O non serve, invece, selezionare una ditta che sappia fare il proprio
lavoro. Che configuri il sistema per bene, dimensioni opportunamente i
carichi, senza esagerare, senza costringere a comprare delle macchine
esagerate solo perche' la configurazione e' fatta male, o magari
perche' alla fine il lavoro e' stato fatto in maniera approssimata ?

Si sa', il tempo costa, e in certe ditte il profitto si massimizza
riducendo al minimo il tempo lavorato sui singoli progetti, oltre a
destinarci personale con basse pretese...

Insomma, vale di piu' un prodotto scadente ma costato poco o un
prodotto buono ma costato di piu' ?

Puo' darsi che alla fine la differenza non la faccia il prodotto... ,
ma le persone ?

E tanto per evitare equivoci questo paragone e' internos al mondo
OpenSource e GPL.
Perche' anche li' ci sono soluzioni buone e soluzioni meno buone.

A volte si dice che nel mondo OS vi sono tante ditte che devono
giustamente lavorare.
ma questo e' vero anche nel mondo dei sistemi piu' commerciali.
Anche li' ci sono piccole realta' che operano in proprio,
e non e' che perche' hanno scelto di investire in ambienti commerciali
sono figli di un dio minore.

Ovviamente anche nel mondo commerciale vi sono state delle colpe.
In certe situazioni probabilmente si e' cercato di creare delle
nicchie (vere o presunte) che alla fine hanno permesso di poter fare a
meno di personale veramente competente.
Forse e' per questo che certi prodotti si sono fatti una cattiva nomea .
Per alcuni magari e' vero :)

Una volta leggevo articoli in cui si invocava la libera concorrenza e
si stigmatizzava la nascita delle nicchie di mercato.
E li' sono senz'altro daccordo.
Aumentare la concorrenza e' un conto, e una volta si diceva che la
concorrenza diminuiva i costi.
Ma l'unica soluzione possibile per aumentare la concorrenza e' quella
di imporre un'altra parrocchia ?


-- 
~~~~~~~~~~~~~~~~~
       Andrea              
         Peri                 
~~~~~~~~~~~~~~~~~


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss