[Gfoss] Anche la CIA pubblica dati con licenza pd.

Maurizio Trevisani M.Trevisani a arpat.toscana.it
Ven 29 Ago 2008 14:21:40 CEST


Mi sembra che il CIA Factbook sia di pubblico dominio, ma non sono certo 
che questo implichi che si possa fare un uso assolutamente libero dei 
relativi contenuti.

In particolare segnala che "Information is provided by Antarctic 
Information Program (National Science Foundation), Armed Forces Medical 
Intelligence Center (Department of Defense), Bureau of the Census 
(Department of Commerce), Bureau of Labor Statistics (Department of 
Labor), Central Intelligence Agency, Council of Managers of National 
Antarctic Programs, Defense Intelligence Agency (Department of Defense), 
Department of Energy, Department of State, Fish and Wildlife Service 
(Department of the Interior), Maritime Administration (Department of 
Transportation), National Geospatial-Intelligence Agency (Department of 
Defense), Naval Facilities Engineering Command (Department of Defense), 
Office of Insular Affairs (Department of the Interior), Office of Naval 
Intelligence (Department of Defense), US Board on Geographic Names 
(Department of the Interior), US Transportation Command (Department of 
Defense), Oil & Gas Journal, and other public and private sources." il 
ceh lascerebbe intendere che sia necessario andare a verificare, per 
ciascun dato, i diritti che ciascun fornitore/proprietario si riservi o 
conceda.

Il pubblico dominio si riferisce credo solo ed esclusivamente alla 
pubblicazione.

I riferimenti individuati da Bud si riferiscono alla trasparenza (ed in 
particolare alla trasparenza amministrativa: infatti per l'Italia Ŕ 
richiamato la L.241). Non credo che possano al momento allargarsi ad 
altri dati, ed in particolare a quelli geografici (per quanto forse in 
USA il Catasto Ŕ accessibile liberamente a tutti?).

In generale, facciamo tutti attenzione, la questione non Ŕ se si possa 
accedere liberamente a delle informazioni (dati, carte, ecc.), ma quali 
usi si possano fare di ci˛ che si Ŕ potuto avere (e con Internet Ŕ 
sempre pi¨ diffuso il "poter avere" rispetto al "poter visionare"!).

Public Domain significa "ProprietÓ di tutti", ed Ŕ un concetto che va 
analizzato attentamente: credo che sia implicitamente vietato un 
qualsiasi utilizzo che lo trasformi in "proprietÓ privata" (un po' come 
stanno facendo col mare, le spiagge, le acque potebili, ecc.!).

E comunque ritengo che una PA, che paga un dato, non possa rinunciare 
alla proprietÓ, ma possa solo consentire un accesso e quegli usi 
individuati in specifica licenza. (da progettare)

Ciao a tutti,

Maurizio



Bud P. Bruegger ha scritto:
> Magari utile dettagli sul "Freedom of Information Act"
> http://en.wikipedia.org/wiki/Freedom_of_Information_Act_(United_States)
> 
> e cercandolo ho trovato oppure una pagina wikipedia sulla situazione
> legale internazionale (incl l'Italia):
> http://en.wikipedia.org/wiki/Freedom_of_Information_Act
> 
> _______________________________________________
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> Gfoss a faunalia.com
> http://www.faunalia.com/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.

-- 

--------------------------------------------
Maurizio Trevisani

ARPAT
via Nicola Porpora 22 - 50144 Firenze
tel  +39 (0)55  3206484
cel  +39   328  0168071
fax  +39 (0)55  3206324
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale Ŕ stato rimosso....
Nome:        M_Trevisani.vcf
Tipo:        text/x-vcard
Dimensione:  301 bytes
Descrizione: non disponibile
URL:         <http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20080829/129f65f7/attachment.vcf>


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss