[Gfoss] WinGRASS nativo: proprio necessario?

G. Allegri giohappy a gmail.com
Mar 11 Dic 2007 13:54:11 CET


> > - in UNIX (ancor prima che nel sw libero) non si pretende che un sw
> > faccia tutto: questo approccio puo' sembrare comodo, ma mostra presto i
> > suoi limiti. Per me l'elemento centrale e' il dato, poi se ci devo fare
> > una verifica topologica con OpenJump, un'intersezione con PostGIS ed
> > un'interpolazione con GRASS+R, a me va bene. Il coltello svizzero e'
> > un'idea simpatica, ma la cassetta degli attrezzi funziona meglio (magari
> >  non te la puoi portare in tasca...).
>
> Pu andare bene a molti utenti con una certa pratica nell'arte
informatica, il mio discorso era riferito all'utenza di massa, all'operatore
che ha bisogno di strumenti semplici e non pu mettersi a scovare nella
"cassetta degli attrezzi", a chi si occupa professionalmente di produzione
cartografica (e che per ora non hanno strumenti OS abbastanza avanzati). Non
mi sto scagliando contro i gis foss "perch non sono come quelli
proprietari". Ci mancherebbe! Per Paolo, ognuno la pensa come vuole ed 
libero di dirlo, ma di epiteti verso l'Arc...coso ne sono stati lanciati
eccome, quando so che molti utenti OS (anche della ml) ancora lo usano
quotidianamente... Forse non  proprio tutta questa schifezza. E, IMHO, se
cerchiamo un dialogo a 360 con il mondo dei GIS, forse bisogna essere un
po' pi diplomatici... Tutto qua.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML  stato rimosso...
URL: http://www.faunalia.com/pipermail/gfoss/attachments/20071211/4beac12b/attachment.htm 


Maggiori informazioni sulla lista Gfoss